FOTOVOLTAICO

Mondo Energia fin dall'inizio è nata come azienda specializzata in impianti a risparmio energetico, ma l'installazione di pannelli solari per gli impianti fotovoltaici hanno da subito rappresentato il vero "businnes core" della nostra attività concentrata prevalentemente in Valtellina e alto Lago di Como, nelle provincie di Sondrio, Como e Lecco.

L'impianto fotovoltaico è un sistema di produzione di energia elettrica che utilizza l'irraggiamento del sole come unica fonte di energia.

Negli anni passati (2009-2016) questa tecnologia ha visto una rapita crescita di installazioni, grazie sopratutto ad incentivi statali molto convenienti e ad una forte riduzione dei prezzi .

Oggi grazie appunto al verificarsi della riduzione dei prezzi degli impianti fotovoltaici gli incentivi sono stati rivisti e la tecnologia stà diventando sempre più matura, fino ad ipotizzare che nel corso del 2015 (e in alcune regioni del Sud Italia nel 2014) si potrà raggiungere la tanto sperata "Grid-parity" , cioè il momento in cui conviene prodursi l'energia elettrica con il solare rispetto ad acquistarla dalla rete.

INSTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO OGGI CONVIENE PIU'CHE MAI, ANCHE SENZA CONTO ENERGIA.

Se nell'epoca del Conto Energia la logica era quella di utilizzare tutto lo spazio a propria disposizione sul tetto per un ritorno dell'investimento elevato, ora la convenienza del fotovoltaico si lega fortemente al risparmio energetico. E' necessario quindi un cambio di mentalità per arrivare ad una nuova fase del fotovoltaico. L'impianto fotovoltaico va costruito su misura in base ai propri fabbisogni.

L'IMPIANTO FOTOVOLTAICO GARANTISCE IL MASSIMO RISPARMIO SULL'INTERO COSTO DELLA BOLLETTA

Il fotovoltaico conviene perchè consente di ridurre globalmente la propria bolletta energetica ! Oltre a far diminuire l'incidenza della voce di costo dell'energia, l'impianto fotovoltaico ha effetto positivo sull'intera bolletta in quanto tutte le altre voci sono calcolate percentualmente sulla quota energia.

I BENEFICI DEL FOTOVOLTAICO NELL'ERA POST INCENTIVI :

RISPARMIO E AUTOCONSUMO : Per "autoconsumo" si intende l'utilizzo dell'energia elettrica generata dal proprio impianto fotovoltaico nell'istante in cui viene prodotta. E' fondamentale che l'impianto sia progettato in modo da ottimizzare il proprio autoconsumo.

AGEVOLAZIONI FISCALI : Detrazione fiscale del 50% per le persone fisiche e ammortamento come bene strumentale per le persone giuridiche sono le agevolazioni che permettono di recuperare una buona parte della spesa sostenuta per la realizzazIone dell'impianto FV sotto forma di riduzione delle tasse.

SCAMBIO SUL POSTO : L'energia prodotta dall'impianto ma non consumata non è persa, ma ha un valore che viene ripagato. Lo scambio sul posto è il meccanismo di compensazione tra il valore dell'energia acquistata e il valore di quella prodotta ed immessa in rete.


EFFICIENZA ENERGETICA : Partendo da un 'attenta analisi della bolletta un impianto fotovoltaico può contribuire ad una concreta e tangibile riduzione dell'intero costo della bolletta energetica. Il fotovoltaico è prerogativa fondamentale di un sistema energetico efficiente che possa limitare l'acquisto di energia elettrica.

Il fotovoltaico sarà la tecnologia dominante nei prossimi decenni. Il settore riparte, accentando le sfide del mercato post-incentivi.

Ecco quindi i principali componenti che formano un impianto fotovoltaico :

I MODULI FOTOVOLTAICI :  Più comunemente chiamati "pannelli" , i moduli fotovoltaici sono il vero motore dell'impianto, coloro che sono in grado di produrre energia attraverso il fenomeno elettrico chiamato appunto "effetto fotovoltaico", che avviene in presenza di irraggiamento solare.
I moduli sono composti da :
- Celle fotovoltaiche, generalmente in silicio, che, unite tra loro attraverso dei contatti elettrici, sono in grado di portare ad un cavo la corrente generata.
- Vetro protettivo: Ha la funzione di fornire un adeguata e duratura protezione contro gli agenti atmosferici a cui costantemente sono esposte le celle, ma al tempo stesso deve permettere alla maggior quantità di luce solare di raggiungere le celle er generare corrente.
- Cornice : solitamente in alluminio, ha il compito di costituire l'elemento strutturale del modulo e poterne garantire il funzionale fissaggio e alla superficie in cui i moduli sono destinati ( esempio: il tetto )
- Scatola di giunzione :  Piccolo apparecchio elettrico installato sul retro del modulo con la funzione di colelgare i moduli l'uno all'altro per il trasposrto della corrente.


L'INVERTER : E' un apparecchio tecnologico che ha il compito di trasformare la corrente continua prodotta dai moduli fotovoltaici in corrente alternata per renderla utilizzabile all'interno dell'edficio. Nella maggior parte dei casi viene installato all'interno dell'edificio o in un luogo protetto dagli agenti atmosferici. Generalmente per impianti piccoli (residenziali) è sufficiente un solo inverter per tutto l'impianto, mentre in caso di impianti di dimensioni maggiori (maggiori di 20 KWp) in genere sono necessari più inverter .  




LE STRUTTURE DI SOSTEGNO :
Costituiscono l'insieme di elementi e accessori utilizzati per fissare i moduli fotovoltaici alla superficie desinata all'installazione. Solitamente sono costituite da staffe, di varia dimensione e tipologia , per adattarsi a tutti i tipi di copertura ( tegole, piode, lamiera, ecc..) e da barre trasversali alle quali vengono fissati i moduli fotovoltaici . La loro funzione è molto importante perchè devono garantire la tenuta, per un lungo periodo di tempo, anche 30 anni, alle più svariate condizioni meteorologiche che si potrebbero verificare nel luogo di installazione.





I CAVI E I COMPONENTI ELETTRICI : I cavi, servono a trasportare l'energia dai moduli all'inverter e hanno caratteristiche specifiche per questa applicazione, al fine di resistere ad elevati sbalzi termici e a tutte le condizioni ambientali che si possono verificare. I quadri elettrici, posizionati solitamente in prossimità dell'inverter svolono la funzione di gestione e protezione dell'energia prodotta e successivamente immessa nell'edificio a cui l'impianto è collegato.






Queste sono i princiapli componenti, ma esistono anche altri componenti che possono migliorare e implementare l'impianto di altre funzioni come :
- i sistemi di accumulo ( batterie )
- il sistema di monitoraggio
- gli ottimizzatori di produzione
- i sisemi di sicurezza ( linee vita , sistemi fermaneve, ecc...)

 
Le fasi di realizzazione di un impianto fotovoltaico dipendono strettamente dalla tipologia, dalla taglia, e dal luogo di ubicazione dell' impianto in progetto, distinguendo a tal fine gli impianti in due tipologie :

Impianti residenziali
Impianti non residenziali


Per gli impianti residenziali l'iter realizzativo è normalmente semplice e necessita di tempi veloci. Inizialmente bisogna presentare un adeguata documenazione sia al gestore di rete (Enel o altro) e all' ente Comunale o Regionale per l'ottenimento dei permessi per la realizzazione; una volta espletate le pratiche si può procedere alla realizzazione delle opere di installazione che in caso di impianti residenziali durano 2 giorni circa. Completata l'installazione, in caso di impianti allacciati alla rete, è necessario completare le pratiche per far interventire il gestore della rete elettrica per eseguire l'allaccio dell'impianto in rete, in caso invece di impianti "ad isola", cioè staccati dalla rete, non è necessaria nessuna pratica con il getore di rete.

Per gli impianti non residenziali, l'iter realizzativo dipende dalla dimensione dell'impianto, distinguendo in questo caso gli impianti sotto i 20 kW di potenza da quelli di potenza superiore. Questo limite infatti costituisce un vero e proprio spartiacque sia da un punto di vista normativo che da un punto di vista fiscale. per gli impianti sotto i 20 kwp l'iter è pressochè simile a quelli residenziali per gli impianti sopra i 20 kwp invece è necessario integrare le domande con l'Agenzia dell dogane, ente preposto per gestire tali tipologie di impianti; ma anche in questo caso una buona gestione delle pratiche garantisce comunque la realizzazione dell'impianto, a discapito magari di tempi un pò più lunghi . Per l'esame del caso specifico si consiglia di fissare un appuntamento presso la nostra sede e discuterne di persona.

In entrambe le tipologie è in ogni caso necessario verificare presso gli enti e le autorità preposte la presenza di eventuali vincoli ambientali, storici o manumentali in cui potrebbero ricadere gli edifici destinati alla realizzazione dell'impianto. 
 Economici :
  • Risparmi in bolletta dell’energia elettrica (dal 30% al 50%),
  • Investimento sicuro al 100% ( Legge statale )
  • Importanti e sicuri ricavi economici derivanti dagli incentivi statali ,
  • Investimento contro i futuri rincari delle bollette elettriche,
 Patrimoniali :
  • L’impianto fotovoltaico installato sull’ edificio accresce il valore commerciale dell’immobile.
  • I pannelli solari installati sulla copertura evitano il surriscaldamento della copertura che durante la stagione estiva surriscalda gli ambienti interni dell’edificio (sottotetti) .
  • I pannelli solari sulle falde contribuiscono ad una maggior protezione della copertura dal degrado causato dagli agenti atmosferici naturali consentendo ai materiali di copertura una durata maggiore nel tempo.
  • Durante le ore diurne si avrà una maggior disponibilità di energia elettrica che si somma a quella già disponibile per contratto dal contatore Enel.
  • Autosufficienza energetica in caso di Black-out elettrici (con batterie ausiliarie) .
  • Nessun disagio durante tutte le operazioni di realizzazione dell’impianto.
  • Installazione semplice e veloce (1-2 giorni)
Ambientali :
  • L’impianto fotovoltaico produrrà energia pulita, evitando di immettere in atmosfera diverse tonnellate di CO2.
In generale l’impianto ha una vita media di circa 25 anni, in quanto i moduli fotovoltaici che costituiscono la parte principale dell'impianto sono dotati di specifiche condizioni di garanzia fino a 25 anni. Nello specifico è però necessario precisare che non tutti i componenti godono di un periodo così lungo di garanzia, infatti sia l'inverter che i componenti elettrici, anche se in continua fase di miglioramento tecnologico, arrivano a garanzia standard di 10 anni, estendibile, a pagamento, fino a 20 anni.

E'  necessario distinguere due tipi di manutenzione :
  • La manutenzione ordinaria annuale : Non necessaria
  • La manutenzione straordinaria pluriannale : E' consigliabile a distanza di 2-4 anni eseguire un controllo generale all'impianto per verificare il perfetto funzionamento dei componenti.

QUI DI SEGUITO E' POSSIBILE VISIONARE ALCUNI DEI PRINCIPALI IMPIANTI FOTOVOLTAICI REALIZZATI :

Cliccare sull'immagine per ingrandire e visualizzare le info ( Potenza , Luogo , Data )