TERMOGRAFIA

Interventi di diagnosi termografica in edifici e impianti in Provincia di Sondrio, Lecco e Como.

 DIAGNOSI TERMOGRAFICA ALL’INFRAROSSO NEL SETTORE EDILE

 L’impiego della tecnica termografica trova il terreno ideale nelle applicazioni in edilizia, in particolare in tre ambiti principali:
- La ricerca guasti ;
- La verifica dello stato di conservazione degli immobili ;
- La diagnosi energetica .


La termografia permette di trovare in modo agevole
perdite in impianti idraulici che siano attraversati da fluidi caldi o freddi anche se gli impianti sono disposti all’interno di muratura o interrati. Questo purché sia rilevabile la variazione di temperatura che tali fluidi generano nella muratura o nel terreno circostante. Similmente, la termografia permette di tracciare il percorso di tubazioni o di rilevarne la presenza se non nota.

L’energia radiante è funzione della temperatura superficiale dei materiali, a sua volta dipendente dalla conducibilità termica e dal calore specifico dei materiali stessi. Queste grandezze fisiche esprimono in termini quantitativi la capacità del materiale a trasmettere o a trattenere il calore e quindi la sua velocità nel riscaldarsi o raffreddarsi. Per effetto dei differenti valori della conducibilità termica e del calore specifico, i diversi componenti di un manufatto, quale ad esempio un involucro edilizio, assumeranno comportamenti diversi e quindi differenti temperature quando sottoposti a sollecitazioni termiche come l’irraggiamento solare o siano riscaldati dagli impianti. La termografia utilizza questi effetti per riconoscere differenze nei materiali o anomalie costruttive.

Per quanto riguarda l’accertamento dello stato di conservazione degli immobili, la termografia riveste quindi un ruolo primario nelle tecniche di accertamento di problemi quali il distacco di intonaco, l’infiltrazione di acqua sotto rivestimenti (ad esempio membrane bituminose), la verifica di risalite di umidità o di fenomeni di umidità o condensa dovuti ad impianti idraulici danneggiati o mal coibentati e da ponti termici di edifici. In tali casi la termografia permette un veloce accertamento delle condizioni degli edifici per un pronto ed economico piano di intervento, per la riduzione dei danneggiamenti necessari al ripristino delle condizioni ottimali e del disagio degli utenti. In alcuni casi è necessario ricorrere a tecniche sofisticate quali la “termografia attiva”, utilizzando ad esempio l’irraggiamento solare per identificare anomali comportamenti delle strutture sottoposte a riscaldamento indice di infiltrazioni di acqua o della presenza di intercapedini.

Tanto più l’analisi richiede precisione e sensibilità, tanto più le termocamere di ultima generazione, capaci di risoluzioni termiche dell’ordine di frazioni minime di grado si rendono indispensabili.

La termografia è inoltre una tecnica fondamentale per accertare lo stato generale di isolamento degli edificila presenza di ponti termici, di anomalie costruttive, di individuazione di trame murarie, di infiltrazioni d’aria da infissi e finestrature. 

Consente inoltre una analisi qualitativa utile all’effettuazione di ulteriori tecniche di analisi, quali la termoflussimetria per la determinazione pratica della trasmittanza delle pareti e del “blower door” per la determinazione del grado di permeabilità all’aria degli involucri.

Clicca sul'immagine a fianco per vedere un breve filmato di un'indagine termografica (fonte: ANIT)







Qui sotto sono rappresentate alcune immagini termografiche raffiguranti le tipologie di interventi eseguibili :